Luca Mazzanti

in News

Nasce nella stupenda toscana, a Pistoia il primo Febbraio del 1974 e fin da piccolo, appassionatissimo di motori, inizia a disegnare automobili ed a modificare modellini, coltivando il sogno di diventare, un giorno, costruttore di supercar…

Verso la fine degli anni '80, contemporaneamente agli studi, inizia a lavorare nella carrozzeria di famiglia, poi nei primi anni novanta inizia a collaborare con quello che sarà il suo grande maestro : Mario Faralli .
In poco più di venti anni forma la propria esperienza restaurando alcune tra le più rare ed  importanti automobili mai costruite, dalle Cisitalia 202, alla Ferrari 500 Mondial fino alla Maserati 450 Costin/Zagato denominata "Il mostro" allestita appositamente per Sir Stirling Moss, che la guida alla 24 ore di Le mans del 1957.
 Molto spesso si trova ad dover ricarrozzare completamente automobili le cui carrozzerie erano totalmente andate distrutte, delle quali rimaneva soltanto lo chassis e  qualche foto sbiadita … tutto questo, ricreandone le forme, incidendo e modellando l' alluminio totalmente a mano.
Contemporaneamente la sua sconfinata passione per i motori lo porta ad appassionarsi anche alle moto ed a  realizzare una particolarissima "special" su meccanica Ducati; allo stesso tempo, l' amore per la velocità, lo spinge a partecipare a numerose gare in salita con vetture sport prototipo ed Abarth restaurate personalmente.
Intanto il crescente impegno sulle vetture in restauro, fa sì che Luca si trovi quotidianamente ad interpretare lo stile ed i metodi di costruzione  dei più importanti "Carrozzieri" della storia dell' automobile: da Pininfarina a Zagato, da Vignale a Touring, accrescendo eccezionalmente il proprio know-how.
Tutto questo, unito ai tanti anni di esperienza lavorativa acquisita sulle auto moderne, plasma giorno dopo giorno in lui la propria identità stilistica, così come un proprio concetto progettuale e costruttivo : dopo anni dedicati alle opere d' arte dei più famosi "pittori", arriva il momento di iniziare a dipingere su una "tela bianca".  
Nel 2001 realizza così la prima "barchetta" disegnata insieme a Walter Faralli per conto di un cliente; questa sarà la vera molla che lo spingerà a dare vita al marchio F&M ed alla prima propria automobile disegnata, progettata e realizzata : Antas.
Inizia così un vertiginoso crescendo di impegni sui numerosi progetti creati su misura per i suoi clienti e un' impressionante acquisizione di immagine e di credibilità raccolti in brevissimo tempo dal marchio "F&M", soprattutto attraverso le creazioni  Antas e Vulca, invitate ad esibire ad i più esclusivi eventi motoristici mondiali, nonché ad importantissime produzioni cinematografiche.
Nel 2011, dopo tre anni di lavoro fianco a fianco con il designer Zsolt Tarnok, Luca Mazzanti ha presentato la prima vettura a motore centrale marchiata Mazzanti automobili,  pensata per una piccola, esclusiva e personalizzatissima produzione, il suo nome è "Evantra ".